Il Museo del Tessile e della Tradizione Industriale

Il Museo

Il Museo venne istituito nel gennaio 1997 all’interno dell’edificio che ospitava il reparto filatura del Cotonificio Ottolini, risalente all’ultimo decennio del XIX secolo. Il cotonificio cambiò proprietari nel corso degli anni Venti e il nome venne cambiato in Cotonificio Bustese.

Continua...

 

La storia del settore tessile

Le origini

Il territorio conosciuto come Alto Milanese (oggi a cavallo tra le province di Milano e quella di Varese), fu teatro di una precoce diffusione delle attività manifatturiere, e successivamente, fu una delle prime aree italiane a subire un vero e proprio processo di industrializzazione.

Quest’area godeva dei vantaggi della vicinanza di Milano (le comunicazioni erano facilitate anche dal disporsi dei principali centri dell’area lungo l’asse del Sempione), pur mantenendo una certa autonomia dal capoluogo, sancita, ad esempio, dalla presenza di una sottoprefettura a Gallarate, che ebbe compiti amministrativi sul circondario fino alla creazione della provincia di Varese (1927).

Continua...

 

La produzione tessile

La filatura

Il processo di filatura consiste sostanzialmente in uno stiramento delle fibre, nel loro accoppiamento e torcitura, fino ad ottenere un filo con le caratteristiche desiderate.

In età preindustriale la filatura veniva eseguita manualmente, allungando e torcendo le fibre (collocate sulla rocca, o canocchia) con le dita, grazie all’aiuto del fuso, su cui veniva poi avvolto il filo così ottenuto.

Continua...

 

Imprenditori tessili bustesi

Busto Arsizio è stata sempre caratterizzata da un ricco tessuto di imprenditorialità diffusa. È quindi impossibile presentare una lista esaustiva delle imprese e degli uomini che hanno fatto crescere l'industria tessile locale; la seguente lista si limita pertanto a ricordare l'opera di alcuni dei pionieri attivi tra Otto e Novecento.

Continua...

 

Il territorio di Busto Arsizio

La piccola Manchester

La storia della città di Busto Arsizio è strettamente legata a quella dell’industria tessile, tanto che i suoi abitanti amavano indicarla, in passato, con il titolo di “Piccola Manchester”. A prescindere dal paragone decisamente troppo generoso, non si può mettere in dubbio che la zona dell’Alto Milanese, di cui Busto è uno dei centri principali, fu una delle primissime aree italiane dove avvenne un fenomeno di rivoluzione industriale, per molti versi paragonabile a quella inglese.

Continua...