Indice
Imprenditori tessili bustesi
Cotonificio Candiani
Angelo Cerana
Giuseppe A. Crespi
Enrico Dell'Acqua
Famiglia Garavaglia
Lissoni e Castiglioni
Famiglia Milani
Carlo Ottolini
Giuseppe Pozzi
Roberto Tosi
Achille Venzaghi
Tutte le pagine

Achille Venzaghi

Achille Venzaghi iniziò la propria attività nel 1871, con una piccola impresa specializzata nella tessitura di scialli di cotone. Dopo essersi inizialmente appoggiato al capitale degli zii Bossi e Restelli, si associò coi fratelli Luigi e Pietro, iniziando ad ampliare le proprie attività anche alla tintoria. Particolarmente proficua si rivelò l’amicizia con Enrico Dell’Acqua, che sostenne Venzaghi nelle sue prime esperienze di esportazione in America Latina. L’imprenditore intraprese poi anche un’efficace azione di penetrazione in Egitto e Turchia. L’incremento delle attività portò l’azienda a meccanizzarsi,nel 1892, e, dopo il 1907, a realizzare una completa integrazione di tutte le fasi del cotonificio. Gli anni Venti videro una forte crescita dell’impresa (anche attraverso l’acquisizione di una tessitura a Vergiate). Il figlio di Achille, Giovanni, era ancora a capo dell’azienda nel secondo dopoguerra, ma l’impresa era sempre meno capace di rispondere alla forte concorrenza internazionale. Vennero prima abbandonate le fasi di lavorazione a monte della tessitura, lo stabilimento di Vergiate fu chiuso e anche i telai di Busto si fermarono nel 1983.