Indice
L'industria aeronautica
Il periodo pionieristico 1903-1918
Gli anni del nazionalismo aeronautico
Tutte le pagine

L’industria aeronautica in Italia

di Amilcare Mantegazza

In un Italia, ancora in larga misura agricola, i primi nuclei consistenti di imprese manifatturiere hanno incominciato a comparire a partire dalla seconda metà dell’ottocento. Le iniziative che hanno dato sostanza a questa trasformazione si sono ancorate a un grappolo di innovazioni, apparse in quel periodo a non grande distanza di tempo l’una dall’altra. Si trattava delle innumerevoli applicazioni pratiche che si sono dipanate da scoperte o invenzioni, cosiddette «breakthrough» (solitamente tradotto con «radicale»), quali, ad esempio, l’elettricità e il motore a scoppio o la chimica organica (i coloranti), e, per il tramite della scienza o della tecnologia, si sono tradotte negli oggetti che ancor oggi dominano la vita quotidiana. Alcuni dei settori industriali legati a queste innovazioni sono diventati quelli centrali per il passaggio del nostro paese alla modernizzazione.

L’industria aeronautica, nella quale si utilizzano i motori a scoppio e per lo meno da un certo momento in avanti la scienza, è stata uno di tali settori.

clicca sull'immagine per vedere la galleria