Laveno visse per circa 140 anni in completa simbiosi con l’industria della ceramica: essa significò per i lavenesi non solo occupazione, ma segnò profondamente anche la vita politica di Laveno, le istituzioni assistenziali ed educative del comune, in poche parole l’intera vita della comunità lavenese.

Persino la vocazione turistica, scontata dato le attrattive della zona, risulta secondaria se confrontata al legame che univa Laveno all’industria della ceramica. A causa di questo rapporto simbiotico, la crisi del settore ceramico coinvolse tutta la comunità cittadina a partire dalla metà degli anni Settanta. Il museo di Cerro assolve oggi la funzione di tener viva la memoria di questa tradizione, anche dopo che l’industria della ceramica ha cessato di essere il centro della vita economica di Laveno.

 

clicca sull'immagine per vedere la galleria